Itinerario cittadino di Macerata

Macerata è una graziosa cittadina di collina cinta da mura cinquecentesche perfettamente conservate, scoprire Macerata per le vie cittadine

Da Piazza della Libertà a Porta Montana
L'odierno corso della Repubblica, voluto nel 1607 dal cardinale legato Ferdinando Taverna, è oggi la via del passeggio cittadino. Su di esso, allontanandosi dalla piazza, troviamo l'elegante Palazzo sede dell'Amministrazione provinciale e più oltre la Chiesa di San Filippo Neri. Alla fine del corso si apre piazza Vittorio Veneto che possiamo definire il polo artistico della città: infatti oltre alla chiesa di San Giovanni, la delimitano l'ex collegio gesuitico ora sede della biblioteca comunale, della Pinacoteca civica, del Museo della Carrozza e del Museo del Risorgimento, nonché Palazzo Ricci, i cui ricchi ambienti ospitano una considerevole raccolta di arte italiana moderna e contemporanea. Proseguendo tra vicoli e scalette si scende fino a Porta Montana.

Da Piazza della Libertà a Palazzo Ricci
Pressoché parallelo al percorso precedente è quello che partendo dalla Loggia dei Mercanti passa di fronte alla secentesca facciatina del Palazzo dei conti De Vico - Ubaldini e quindi al Palazzo degli Studi. Segue poi piazza Oberdan, delimitata da alcuni rappresentativi edifici come Palazzo Pieromaldi, dalle settecentesche protomi leonine, o Palazzo Costa, decorato da trofei d'armi. Più in basso ritroviamo Palazzo Ricci e l'adiacente Palazzo Floriani.

Da Piazza della Libertà a Porta Romana
Seguendo questo itinerario si percorrono le più importanti e ricche vie dal punto di vista architettonico. Esse sono infatti punteggiate da una serie di palazzi che testimoniano delle vicende edilizie della città, legate principalmente alla storia delle famiglie più in vista. Si passa così dalla medievale casa dei Ricci al cinquecentesco Palazzo dei Diamanti, agli ottocenteschi Narducci - Boccaccio e Torri, per arrivare fino a Porta Romana. Subito fuori dalle Mura si eleva Palazzo Ugolini e, in fondo a Corso Cavour, il Monumento ai caduti di Cesare Bazzani.
Da Piazza della Libertà al Duomo. Anche questo itinerario segue la direttrice medievale che univa il Poggio S. Giuliano al Castello di Macerata. La via è inizialmente fiancheggiata dalla Chiesa di S. Paolo e più in basso dalla Loggia del Grano. Seguono i maestosi palazzo Compagnoni - Marefoschi e Palazzo Buonaccorsi; chiude la via il Duomo col quattrocentesco campanile e l'adiacente Chiesa della Misericordia.


 
Itinerari Macerata